Security nell’esercizio del volo – peculiarità e fragilità di sistema

by Icsa | giovedì, Giu 30, 2016 | 116 views

Il 30 giugno 2016, presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia a Roma, si è tenuto il convegno organizzato dalla Fondazione ICSA dal titolo “Security nell’esercizio del volo – Peculiarità e fragilità del sistema”.

Oltre al Dott. Michele Rocchegiani, Direttore della Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia, interverranno, tra gli altri, il Generale Leonardo Tricarico, Presidente della Fondazione ICSA, il Generale S.A. Enzo Vecciarelli, Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, il Prefetto Luigi Savina, Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Vicario e l’Ing. Salvatore Sciacchitano, Segretario esecutivo dell’ECAC (European Civil Aviation Conference).

Il convegno si è posto l’obiettivo di affrontare i principali temi relativi alla security nell’esercizio del volo: protezione dei grandi eventi e ruolo degli UAV (aerei a pilotaggio remoto); minaccia terroristica, neutralizzazione dei droni e sicurezza cibernetica; adozione PNR( Passenger Name Record) e protezione dei dati personali; sicurezza degli spazi aeroportuali; aviosuperfici e rischi criminali connessi. In particolare, saranno analizzate le più rilevanti e preoccupanti criticità del mondo del volo, sia militare che civile, commerciale, da diporto e sportivo.

Nello specifico, in merito agli aspetti militari, sono stati illustrati il tema della sicurezza e della difesa degli spazi aerei nazionali. Si è fatto inoltre il punto della situazione in materia di UAV (unmanned aerial vehicle), sia per quel che riguarda l’evoluzione normativa in materia di droni che consentirà il loro ingresso nella circolazione aerea generale senza ulteriori limitazioni e riserve, sia per quanto concerne il modello di gestione delle capacità di questi sistemi (soprattutto della capacità di neutralizzare i sistemi di guida dei droni qualora questi dovessero rappresentare una minaccia generata da organizzazioni terroristiche/criminali).

Sono inoltre stati approfonditi i rischi legati al personale degli aeroporti grandi e piccoli, soprattutto di quello presente all’interno delle aree sterili (ossia di quelle aree aeroportuali il cui accesso è condizionato da procedure complesse di verifica e controllo). Durante il convegno, si è parlato anche delle operazioni aeree negli aeroporti privati che si sono moltiplicati ormai a dismisura sul territorio e sono state prodotte interessanti valutazioni sull’efficacia delle procedure PNR (Passenger Name Record) di recente introduzione e sull’impatto di queste sulla privacy degli individui.

Infine, soprattutto alla luce di potenziali attacchi terroristici il dibattito ha esplorato il tema della predisposizione di misure di sicurezza nei cieli in occasione di grandi eventi e delle connesse limitazioni di volo, nonché il tema della riorganizzazione degli spazi aerei in occasione di conflitti bellici.

Like it? Share it!

Leave A Response