Cybersecurity e protezione dei dati personali nella sanità: un nodo strategico per l’interesse nazionale

by Icsa | mercoledì, Giu 1, 2022 | 1059 views

 

 

 

La tutela della privacy e la salvaguardia dei dati personali in ambito sanitario si sta rivelando materia piuttosto complessa, sia per la rilevanza dei principi di rango costituzionale da tutelare, sia per la difficoltà di elaborare un corretto approccio alla sicurezza da parte delle strutture e degli operatori della sanità pubblica e privata.

Nel settore sanitario, la normativa in materia di trattamento dei dati personali e sensibili mostra aspetti alquanto contraddittori: l’applicazione di norme e regole dirette a tutelare la riservatezza della persona umana appare spesso in contrasto con le esigenze di rapidità, di urgenza, di garanzia di salute del paziente e spesso la protezione della privacy viene percepita come un pesante sovraccarico di carattere burocratico.

L’avvento poi della sanità digitale ha ulteriormente complicato il quadro. L’introduzione di strumenti innovativi quali il fascicolo sanitario elettronico, il dossier sanitario, i referti on line, la cartella sanitaria elettronica, la ricetta elettronica, i certificati di malattia telematici, le prenotazioni sanitarie on line, la telemedicina, se da un lato rappresentano rilevanti strumenti di razionalizzazione della spesa sanitaria, dall’altro, prestano il fianco alla possibilità di pericolose intrusioni informatiche di tipo criminale.

In questo quadro, la Fondazione ICSA ha organizzato, in partnership con la Link Campus University, martedì 14 giugno p.v. , dalle 9.45 alle 12.30), il Convegno in diretta streaming dal titolo “Cybersecurity e protezione dei dati personali nella sanità: un nodo strategico per l’interesse nazionale”, con l’obiettivo di analizzare l’efficacia e l’efficienza dei modelli di protezione, conservazione e diffusione dei dati relativi alla salute delle persone da parte degli organismi sanitari pubblici e privati e degli esercenti la professione sanitaria (medici, farmacisti, psicologi, infermieri, etc.).  Durante il convegno, un’attenzione particolare sarà riservata alle metodologie ed alle soluzioni tecnologiche di prevenzione del rischio di sottrazione dei dati sanitari e di contrasto del crimine informatico in Sanità.

L’evento si aprirà con i saluti del Prof. Roberto Russo, Direttore Generale della Link Campus University e del Gen. S.A. (r) Leonardo Tricarico, presidente della Fondazione ICSA.

L’apertura dei lavori è stata affidata all’on. Andrea Costa, Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute. A seguire, gli interventi della Dott.ssa Nunzia Ciardi, Vice Direttore dell’Agenzia Cybersicurezza Nazionale (ACN), dell’Ing. Giulio Siccardi, Direttore UOC “Sistemi informativi, patrimonio, gestione della logistica e provveditorato, portale della trasparenza” – Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS), del Dott. Francesco Modafferi, Dirigente Dipartimento realtà economiche e produttive del Garante per la Protezione dei Dati Personali (GPDP), del Prof. Avv. Angelo Tuzza, Consigliere scientifico ICSA e docente Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, dell’Ing. Luisa Franchina, Partner Hermes Bay – Consigliere scientifico Icsa e del Dott. Emanuele Gentili, Co-direttore Area Cybersecurity ICSA e founder TS-WAY. Modererà i lavori del Convegno il Prof. Cosimo Comella, Consigliere scientifico ICSA e Dirigente Dipartimento tecnologie digitali e sicurezza informatica del Garante per la Protezione dei Dati Personali (GPDP).

Cliccare QUI programma completo del convegno.

Sarà possibile seguire, in diretta streaming, l’evento sui canali social della Fondazione (Facebook e Linkedin) e sul sito della Fondazione ICSA:

Like it? Share it!

Leave A Response